Loading...

Imprese in vetrina
Grande successo per la decima edizione di Mangirò

Mangirò, evento enogastronomico a tappe organizzato da Il Forno di Calzolari in cui chef rinomati preparano piatti a base di pane, è giunto lo scorso 3 luglio alla sua decima edizione.

Grande successo per la decima edizione di Mangirò

Scarpe comode e tanto appetito: questo è il tutto quello che occorre per partecipare a Mangirò, percorso enogastronomico tra i sentieri di Monghidoro.

Mangirò, giunto alla sua decima edizione, è lungo un percorso a tappe che si snoda tra i sentieri e le valli circostanti il Comune di Monghidoro. Segno distintivo dell’evento è la partecipazione dei più rinomati chef del panorama ristorativo bolognese che, assieme ai migliori produttori del settore agro-alimentare, offrono ad ogni tappa ricercate creazioni a base di pane Calzolari ai partecipanti. In definitiva una lunga camminata immersi nel favoloso scenario dell’Appennino tosco-emiliano con 7 tappe intermedie in cui i partecipanti possono ristorarsi degustando squisiti piatti gourmet.

Come da tradizione, anche nella decima edizione, Il Forno di Calzolari ha organizzato l’evento enogastronomico la prima domenica del mese, quest’anno il 3 luglio.

Mangirò 2016 è stato presentato ufficialmente alla stampa e al pubblico durante la “Punzonatura dei cuochi”, sabato 11 giugno 2016 presso il Mercato della Terra a Bologna.

Durante la conferenza stampa sono stati presentati gli chef dell’edizione, i piatti dell’evento, i produttori partecipanti e le modalità di iscrizione. Se la partecipazione della scorsa edizione poteva definirsi un vero successo, i 300 posti disponibili sono stati esauriti dopo soli 15 minuti dalla apertura delle iscrizioni avvenuta durante la “punzonatura dei cuochi”, quest’anno il successo è stato al di sopra di ogni aspettativa: ben 500 persone hanno deciso di intraprendere questa esperienza a contatto con la natura e l’ottima cucina bolognese.

La grande novità del 2016 sono stati sicuramente gli ospiti di eccezione: primo tra tutti, l’Antoniano, con il progetto “Food for Soul” del quale Il Forno Calzolari è partner che ha illustrato ai partecipanti come combattere lo spreco, riutilizzando prodotti che altrimenti andrebbero buttati, compreso il nostro pane.

Il programma dell’evento:

Colazione davanti al Forno di Calzolari

Latte di Le Mucche di Guglielmo Marmellate Ragas

Merenda energetica a Ca’ del Tosco

Francesco di Natale /Trattoria da Francesco Pietro Bonacorsi / Kitchendate Succo di frutta Azienda agricola Agritur Fiori di Farina di Mele Stretching con Centro olistico Longeva

Primo antipasto a Fradusto

Ivan Poletti / Cantina Bentivoglio Fabio Fiore / Ristorante Quanto Basta vini di Palazzona di Maggio Gianluca Gioia, il cantastorie inizia a cantare

Antipasto a Ca’ di Morandone

Mario Ferrara / Ristorante Scaccomatto Alessio Malaguti / Trattoria la Rosa Gino Fabbri Pasticcere Vini di Orsi – Vigneto San Vito Chitarra e sax nel bosco con: Jimmy Villotti

I primi a Prabitto

Francesco Carboni / Ristorante Acquapazza Armando Martini / Mercato di Mezzo Cantinieri con i vini di Podere Riosto ed Enoteca Storica Faccioli Silla Guerrini “Ho impastato con una dea madre”

Secondi piatti a Lognola

Massimiliano Max Poggi / Massimiliano Poggi Cucina Gianluca Esposito / Eataly Bologna Antoniano onlus e Macelleria Zivieri Massimo Bar Benvenuti con i vini di Orsi – Vigneto San Vito e Palazzona di Maggio Manuel Terzi / Caffè Terzi Birra Baladin Grand Tour di Giada Pagani

Il dolce al Mastacco

Roberto Benni / Bar Touring Lisetta Ravaglia / Windy Vini Monterossa Un frutto alle Vaiole: Melega

Gran finale a Ca’ de Marchi

Extraliscio in concerto Birrificio della Futa